Focaccia della Befana, il dolce della tradizione piemontese

Ma amici, lo sapevate che la focaccia della Befana è un tipico dolce della tradizione del Piemonte??Lo ammetto, mi sentivo una piemontese DOC fino al momento in cui ho scoperto l’esistenza di questo dolce. E c’è di più: ero anche all’oscuro del fatto che si usa mangiarlo il giorno dell’Epifania (da qui il nome della Befana) e che dentro all’impasto vi si inserisce una monetina che porterà fortuna alla persona che lo troverà.

Bene, meglio tardi che mai si dice, no? Dato che magari alcuni di voi non lo conoscono, ho pensato di mettere la ricetta sul blog (con un po’ di anticipo rispetto al 6 gennaio in modo che possiate provarla/collaudarla)!

Io ho rivisitato la ricetta originale per due motivi: il primo perché al mio compagno non piacciono i canditi né tantomeno i pinoli ma preferisce di gran lunga le gocce di cioccolato; il secondo perché ho voluto provare le buonissime farine di semola La Molisana. Ho sostituito quindi la farina 0 con la semola per pizza di grano duro decorticato a pietra.

Questa semola conferisce a ottenere una pizza (che in questo caso sarà una focaccia) più fragrante, leggera e digeribile…ma soprattutto genuina! La macinazione a pietra mantiene infatti inalterate le proprietà organolettiche del chicco di grano, che rimane quindi naturalmente ricco di fibre e carotenoidi alleati della salute.

La farina di semola di grano duro, rispetto alle farine ottenute dal grano tenero, è più ricca in proteine, di fibre, vitamine, sali minerali e tra l’altro ha un indice glicemico più basso grazie alla presenza al suo interno di carboidrati complessi.

Questo tipo di carboidrati assicura all’organismo un rilascio di energia graduale nel tempo e questo consente di evitare picchi glicemici e successivi bruschi cali.

Il colore giallo tipico del grano duro segnala la presenza di carotenoidi (luteina e beta-
carotene) sostanze antiossidanti particolarmente benefiche nel contrastare l’invecchiamento cellulare. I prodotti realizzati con farina di semola di grano duro, dunque,  possiedono interessanti doti antiossidanti.

Mi sembrava giusto, dopo gli eccessi alimentari tipici di questo periodo, proporvi una
ricetta che, oltre al gusto, strizzasse l’occhio ad un’alimentazione attenta anche ai principi nutritivi 😉

Ma adesso veniamo alla ricetta: è un po’ lunga per via della lenta lievitazione, ma ne vale la pena!!

Ingredienti:

  • 500 g di semola di grano duro per pizza La Molisana
  • una bustina di lievito di birra secco
  • 100 g di zucchero di canna
  • 2 uova
  • 80 g di burro
  • 125 ml di latte + q.b. per spennellare la superficie
  • essenza vaniglia
  • un pizzico di sale
  • gocce di cioccolato fondente q.b.
  • granella di zucchero per decorare

PROCEDIMENTO

Mettere in una ciotola capiente (oppure nel boccale del bimby/planetaria) la farina, il lievito e lo zucchero. Mescolare bene e aggiungere il burro fuso raffreddato, le due uova, il pizzico di sale e l’aroma vaniglia. Aggiungere a poco a poco il latte tiepido e le gocce di cioccolato. Se si ha il bimby/planetaria impastare per circa 2 minuti altrimenti procedere a mano. Formare una palla, coprirla con un canovaccio e far lievitare per almeno 4 ore (meglio tutta una notte) in un luogo riparato (ad esempio il forno spento).

Riprendere l’impasto e stenderlo dandogli la forma di un cerchio di circa 30 cm di diametro. Mettere al centro un bicchiere e fare 16 tagli senza toccare il centro (meglio prima dividerlo in 4 parti, poi dividere a metà quelle 4, e poi ancora a metà quelle 8.)

In seguito, ruotare ogni petalo su se stesso, coprire con un canovaccio e far ancora lievitare almeno 2 ore. (Scusate la pessima qualità delle foto del procedimento, ma era mattina presto e mancava luce naturale!)

Trascorso anche questo tempo di riposo spennellare la superficie con il latte e ricoprirla con la granella di zucchero.

Portare il forno a 180°C e infornare la focaccia per 30 minuti circa. Prima di sfornare fare sempre la prova dello stecchino.

Lasciar raffreddare e portare in tavola!

Il risultato secondo me è spettacolare! Perfetta per la colazione e la merenda, ma anche come dopo pasto accompagnato da un buona tisana. Da portare in tavola in compagnia di parenti e amici, o da gustare da soli sul divano!

Ne approfitto per augurarvi già buon anno a tutti! Ci vediamo nel 2018, il nostro sarà sicuramente un anno goloso!!

DSC_0125-01[1]

Maria Sole & Noah

Post sponsorizzato da La Molisana

 

7 pensieri riguardo “Focaccia della Befana, il dolce della tradizione piemontese

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...